Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | November 21, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

The English Teacher: l’educazione sentimentale di Julianne Moore

The English Teacher: l’educazione sentimentale di Julianne Moore
Valeria Brucoli

Review Overview

Cast
7.5
Regia
7.5
Script
7.5

Rating

Letteratura e realtà si confondono in una tragicommedia imprevedibile in cui nessuno corrisponde alla maschera che indossa.

Anno: 2013 Durata: 93′ Distribuzione: Adler Entertainment Genere: Commedia Nazionalità: USA Produzione: Artina Films, Procinvest Sas Regia: Craig Zisk Uscita: 8 Maggio 2014

L’educazione sentimentale di una donna che vive tra le pagine dei suoi libri

Linda Sinclair è profondamente innamorata della letteratura e del mondo irreale e perfetto in cui vivono le sue eroine, che non fanno altro che riempire le loro giornate pigre barcamenandosi tra passioni struggenti e schiere di corteggiatori appassionati, pronti a morire per uno sguardo o per una parola d’amore. Il suo rapporto con i libri è di totale simbiosi, al punto che fa fatica a distinguere il mondo delle parole da quello che scorge le rare volte che alza gli occhi dalle pagine di cui si nutre voracemente da quando era bambina.

Gli anni si sono rincorsi velocemente, l’infanzia è finita da un pezzo, e Linda (Julianne Moore) è ancora lì immobile nella lettura, e noncurante dei rapporti umani e delle occasioni che le passano di continuo sotto gli occhi. Gli uomini reali sono imperfetti, problematici, sempre troppo impetuosi o troppo inadeguati, pallide imitazioni degli eroi dei suoi romanzi preferiti. Così, accantonata la ricerca senza speranza dell’uomo dei suoi sogni, Linda ha messo la letteratura al centro del suo mondo con l’unico desiderio di instillare la poesia nelle giovani menti e scovare i giovani talenti che si nascondono timidamente tra i banchi del liceo di Kingston.

Mentre Linda si affanna tra studenti indisciplinati e appuntamenti amorosi stentati, Jason (Michael Angarano), uno dei suoi studenti più brillanti, fuggito a New York per far conoscere al mondo le sue opere teatrali, torna a casa per accantonare la sua carriera di drammaturgo e inciampa nell’affascinante professoressa che pochi anni prima lo aveva incoraggiato a inseguire i suoi sogni e a mettere in scena i suoi straordinari copioni. Il suo ultimo scritto, “La crisalide”, veste alla perfezione le intenzioni di Linda, che si batte per far mettere in scena l’opera dai suoi studenti, instaurando con il giovane autore un intricato rapporto di amore, odio e gelosia folle, che travolge irreparabilmente la sua vita di insegnante morigerata cadenzata ormai da troppo tempo da infiniti tè caldi e letture solitarie.

L’avventurosa messa in scena del testo teatrale segue di pari passo l’educazione sentimentale di Linda, impreparata ai colpi di scena della vita reale e incapace di distinguere le reali intenzioni degli uomini che attraversano la sua vita quanto un’eroina di Jane Austen, che si fa abbagliare dagli approcci più focosi per non accorgersi dell’autenticità dei sentimenti di una personalità apparentemente burbera, come quella del padre (Greg Kinnear) di Jason, che si scopre col tempo più saggio e ragionevole di come lo aveva dipinto il figlio narcisista e presuntuoso.

Affiancando e intersecando in ogni scena vita e letteratura, Craig Zisk realizza un’opera imprevedibile, che ribalta i ruoli e stravolge i tipi umani della commedia romantica classica, svelando sulla scena della vita i ruoli reali dei personaggi, e accompagna per mano la professoressa imprigionata nel mondo fantastico della letteratura, alla scoperta di sensazioni nuove, mai provate prima, e del misterioso universo maschile, in cui nessuno corrisponde mai alla maschera che indossa. Nella continua e armoniosa oscillazione tra interludi comici e drammatici, Zisk non perde mai di vista la faticosa crescita di una splendida donna rimasta per troppo tempo intrappolata nella sua maschera di crisalide, proprio come la protagonista dell’opera teatrale che porta in scena, e attraverso l’incontro-scontro con gli archetipi maschili che scalfiscono il suo effimero equilibrio, la porta verso la rinascita nel mondo reale.

Submit a Comment

UA-40058008-1