Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | December 11, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Torna la “Roma criminale”

Torna la “Roma criminale”
Lorenzo Colapietro

Review Overview

Cast
6
Regia
6
Script
5

Rating

Gianluca Petrazzi ci riporta negli anni '70 con Roma criminale. Buon poliziesco che però pecca per una sceneggiatura incompleta. Nonostante il cast più che sufficiente il film non ingrana del tutto e tende a perdersi per strada.

Anno: 2013 Durata: Unknown Distribuzione: Explorer Entertainment Genere: Drammatico, Poliziesco Nazionalità: Italia Produzione: Gino Montegrande Regia: Gianluca Petrazzi Uscita: 5 dicembre 2013

Dagli anni ’70 torna la Roma violenta fatta di criminali senza scrupoli e poliziotti senza regole

Marco Lanzi, vice questore aggiunto in un commissariato della periferia romana, perde il padre, commissario, ucciso davanti ai suoi occhi quando era ancora un bambino. Conosciuto per il suo carattere impulsivo e poco razionale, decide da quel giorno di seguire le sue orme e fare del suo lavoro una ragione di vita, al fianco di Gargiulo, ex collega del padre e amico di sempre. Vincenzo Marrazzo, detto “er toretto”, sconta trent’anni per crimini vari e viene identificato in tutti questi anni come il mandante dell’omicidio del Commissario Lanzi. Il suo rilascio smuove in Marco la rabbia repressa di chi ancora sente quel dolore più vivo che mai. Appena uscito, “er toretto”, viene subito contattato da “Columbia”, compagno di lavori sporchi e poi anche di cella. Scarcerato anni prima, si guadagna una posizione importante nel panorama criminale romano e non solo, propone al toretto di tornare sulla piazza. Si rimette così in moto un meccanismo criminale ormai fermo da anni e il toretto torna alla ricerca della vecchia guardia, della sua squadra, quella vera. Marco Lanzi fiuta qualcosa e non lo molla, anzi indaga anche dopo essere stato sospeso dal servizio per cattiva condotta. La polizia non c’entra più, è una questione personale, un confronto con i fantasmi del passato.

Diretto da Gianluca Petrazzi, Roma criminale è il ritorno al vecchio poliziesco italiano tipico degli anni ’70, quello di “er monnezza” e “bombolo” tanto per intenderci. Un tuffo nel passato con sparatorie, poliziotti teste calde e l’immancabile compagno di mille avventure. Se il film cavalca l’effetto nostalgia e per certi versi pare essere un buon prodotto, si notano comunque diversi punti deboli tra cui una sceneggiatura carente e diversi buchi narrativi, alcuni aspetti della trama sono poco approfonditi e alcune sequenze sembrano essere campate in aria. Nonostante tutto, però, il film ha dalla sua una certa godibilità e un cast che riesce a mantenere un profilo sufficiente, i tre protagonisti Luca Lionello, Alessandro Borghi e Corrado Solari sono capaci di portare avanti dei personaggi non facili e a volte mal caratterizzati che però non mancano di interessare lo spettatore.

In conclusione Roma criminale, è un film godibile che, cercando di inserirsi in un filone di successi made in Italy (Romanzo criminale), riesce comunque a ritagliarsi una fetta di pubblico che non rimarrà deluso dal poliziesco targato Petrazzi.

Submit a Comment

UA-40058008-1