Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | February 21, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Avengers Ages of Ultron, Supereroi ancora insieme per la pace mondiale

Andrea Di Cosmo

Review Overview

Cast
7.5
Regia
7
Script
6.5

Rating

Il nuovo capitolo degli Avengers rivede riuniti i supereroi dei fumetti Marvel, con l'attrattiva della doppia iconicità dei personaggi amati dai fan e gli attori ormai associati ai relativi ruoli. Azione e cura tecnica dei film di genere si combinano abbastanza efficacemente con le parti da commedia e le sfumature più serie di alcuni personaggi. Per fan ma godibile anche dagli altri.

Anno: 2015 Distribuzione: The Walt Disney Company Durata: 141′ Genere: Avventura, Azione, Fantasy Nazionalità: Usa Produzione: Marvel Studios Regia: Joss Whedon Uscita: 22 Aprile 2015

Cast di divi al servizio dell’universo Marvel

Mentre Tony Stark cerca di attivare un progetto per mantenere la pace mondiale le cose non vanno come previsto e gli eroi: Iron Man, Captain America, Thor, L’Incredibile Hulk, Vedova Nera e Occhio di Falco affrontano nuovi pericoli ed interessanti sfide, quando emerge il misterioso Ultron e un terrificante avversario tecnologico intende sterminare l’umanità e mentre i super eroi incontrano un vecchio amico con un nuovo aspetto, chiamato Visione, e nuovi personaggi, tra cui una coppia di gemelli dai poteri particolari e misteriosi, Wanda e Pietro Maximoff.

Il nuovo capitolo di Avengers mostra il gruppo di supereroi uniti, soprattutto per i fan dei fumetti Marvel, con l’impatto e l’attrattiva esercitati dal mostrare insieme queste icone dei fumetti, interpretate dai relativi attori, mediaticamente ormai associati ai ruoli, anche nei film dove interpretano questi eroi “da soli”. I personaggi quindi interagiscono a comporre la coralità di azione e dialoghi: Robert Downey Jr. è Tony Stark/Iron Man; Chris Hemsworth è Thor; Mark Ruffalo è Hulk, Chris Evans è Captain America; Scarlett Johansson è Natasha/Vedova Nera; Jeremy Renner è Clint/Occhio di Falco.

Il film calibra le scene più adrenaliniche, ricche di azioni ed effetti speciali, curate con gli standard di produzioni del genere, con le scene più rilassate e quasi comiche, per esempio i ritrovi dei supereroi nei momenti di pausa; alternando ancora la sceneggiatura con sapienti spunti più seri, a tratti quasi drammatici, sul vissuto interiore dei personaggi, i quali, al di là dei superpoteri, affrontano problemi quali quello della solitudine e la voglia di farsi una famiglia. Di interessante suggestione fantascientifica sono i dialoghi tra i sistemi operativi che portano alla creazione di robot “buoni” e cattivi” che lottano e parlano fra loro con un linguaggio tra l’informatico digitale e il filosofico. Curiosa la citazione ricorrente della frase:

 “Io non ho fili eppur sto in piè

dalla canzone: “Mai mi legherai”, tratta dal film Disney: Pinocchio accennata da parte di un robot auto generato. Questa citazione rende ironicamente l’idea di un burattino, anche se tecnologicamente avanzato, che non ha qualcuno che lo controlla; citazione comunque comprensibile prevalentemente da parte dei conoscitori del genere. Quel che potrebbe stupire apparentemente è la citazione di un film Disney in uno Marvel. Forse per ironizzare sull’unione, almeno distributiva, tra i due Studi?

Nel complesso anche questo capitolo regge quel che rende forte la saga presso il pubblico. L’unione dei supereroi Marvel è gestita con un buon compromesso tra gli stili del cinema tratto dai fumetti con la necessità di dare spessore interiori a personaggi cinematografici, bilanciando quindi scrittura di storia e dialoghi con la cura di scenografie, fotografia ed effetti visivi e sonori. La vastità del materiale creativo originale, come pure la sua traduzione nei film, prevede anche mescolamenti e anche “tradimenti” delle versioni originali. Questo può dividere i fan tra indignati e ammiratori delle nuove versioni mentre tiene un pubblico meno esperto in bilico tra il godimento di un film di genere ma fruibile e la confusione sporadica rispetto alla veloce fusione di personaggi, storie incrociate e riferimenti al mondo dei fumetti Marvel, spesso stuzzicanti invece per i suoi lettori.

Submit a Comment

UA-40058008-1