Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | December 11, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

“Celebrità”, dalla Cina con furore

“Celebrità”, dalla Cina con furore
Ilaria Di Gennaro

Review Overview

A
8
B
8
C
8

Rating

Vista la varietà del menù si consiglia ogni volta di provare qualche nuovo piatto.

Nonostante il nome pretenzioso questo piccolo ristorante, situato nel quartiere periferico di Colli Aniene, si presenta come il più classico dei ristoranti cinesi: pochi coperti (si consiglia sempre la prenotazione per evitare lunghe attese), acquario in bella vista, personale cortese ma con poca dimestichezza della lingua italiana e arredamento molto datato. Il nome del locale probabilmente è da attribuire alle innumerevoli foto che tappezzano le pareti interne e che ritraggono il cuoco in compagnia di personaggi famosi italiani.

Il vero punto di forza è la cucina

Il menù è molto ricco di piatti, alcuni dei quali devono essere prenotati a causa della lunga preparazione di cui necessitano. Tra gli antipasti sono da provare gli involtini primavera cotti al vapore e avvolti in una morbida crespella bianca, gli Shao-Mai al vapore ripieni di gamberi, i ravioli al vapore con ripieno di carne o verdure e le alghe fritte. Una vera prelibatezza è anche la lattuga in salsa d’ostrica, nel menù è proposta come contorno ma al fine di gustarne appieno il sapore si consiglia di assaggiarla a inizio pasto.

Tra i primi il riso alla Si-Chuan agro-piccante o il riso con ananas e pollo, entrambi da mangiare abbinati a secondi di carne come manzo in salsa agro-piccante, manzo saltato in salsa agro-dolce, manzo con zenzero e cipolline verdi.

Un discorso a parte va fatto per la “barba di drago”, piatto che di accattivante non ha solo il nome ma anche l’aspetto e il sapore. Sono degli spaghetti lavorati a mano dal cuoco del ristorante con una tecnica spetta-colare quanto complessa: la pasta viene tirata, allungata, divisa fino ad ottenere degli spaghetti sottilissimi e lunghissimi che vengono serviti in un brodo caldo di carne e spezzatino di manzo, colorati per finire da una spruzzata di coriandolo fresco; si tratta di un piatto incredibile che, ad un primo approccio, potrebbe non piacere a causa del gusto deciso e della cottura quasi scotta della pasta, ma già ad un secondo assaggio il giudizio è destinato a cambiare!


Submit a Comment

UA-40058008-1