Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | October 22, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Contaminazione Psico-Rap Psico-Indie al Teatro Off/Off di Roma

Contaminazione Psico-Rap Psico-Indie al Teatro Off/Off di Roma
Redazione
  • On 29 maggio 2018
  • http://www.cinespresso.com

Il primo evento pubblico a cura di Presunti Sani da 0 a 100 anni, la giovane Onlus fondata dallo psichiatra e neuroscienziato Stefano Michelini

Mercoledì 6 giugno, a partire dalle ore 20:30, il Teatro Off/Off di Roma ospiterà “Contaminazione Psico- Rap e Pisco- Indie”. Un’occasione per mostrare il nucleo rivoluzionario di questo movimento psicologico-psichiatrico che si occupa delle nostre sofferenze quotidiane attraverso un metodo nuovo e non convenzionale ossia, eventi caratterizzati dalla contaminazione di generi, di volta in volta diversi fra loro: scientifici, musicali, teatrali, pittorici, fotografici, cinematografici.

Foto Promo EffenbergIl connubio tra psicologia e musica, ad esempio, rappresenta un efficace paradigma di quel fenomeno conosciuto in biologia come lussureggiamento degli ibridi secondo cui, la contaminazione di generi diversi, garantisce una migliore qualità dei risultati. Per questa prima occasione pubblica, non a caso, sul palcoscenico della Capitale insieme al dr. Stefano Michelini, speciali ospiti, l’astro nascente del rap italiano, Gordon Ranzy e l’erede indie del cantautorato italiano, Stefano Pomponi, in arte Effenberg. Con loro sul palco, Paolo Sodini, Emmanuele Modestino, Marco Martinelli. Guest Star: Eva Rea e Federico Avallone.

La serata si articolerà lungo un programma che prevede il contributo di ciascun ospite in relazione agli argomenti in comune fra la propria arte e i contenuti del movimento Presunti Sani, il tutto con la presenza e l’interazione fondamentale del pubblico.

CatturaSostenendo l’esistenza di una Terza Rivoluzione Psichiatrica per cui tutti NOI, rappresentiamo la speciale categoria di pazienti, i Presunti Sani attraverso una costante e mirata attività informativa, dedica quotidianamente sui propri canali, il website http://cervello-in-tilt.it e la relativa pagina Facebook Cervello in Tilt, la pubblicazione di articoli sui difetti di fabbrica del nostro cervello che non si traducono in malattie, ma in comportamenti che incidono come vere e proprio malattie.
Tutti noi, infatti,  con un livello di resilienza variabile, gestiamo una qualità della vita molto bassa, indotta da fattori oggettivi (crisi economica, mancanza di lavoro e progettualità giovanile, assenza totale di un futuro esistenziale produttivo) e da fattori soggettivi.

Spesso, siamo predisposti a convivere con un malessere attribuito ad un così detto “brutto carattere”, costretti così a respirare un’aria inquieta apparentemente senza alcun motivo e a vivere una vera e propria insofferenza, pur non avendo malattie psichiatriche.
La spiegazione è che abbiamo il Cervello in Tilt!

Occorre, dunque, perseguire degli obiettivi precisi che migliorino la qualità della nostra vita.

È necessario far comprendere che la quota di sofferenza psicologica quotidiana, che di solito viene inserita in un contesto caratteriale e quindi, per luogo comune storico, immutabile, è in realtà eliminabile totalmente attraverso interventi psicologico-psichiatrici: una persona etichettata come caratterialmente irritabile o asociale, o timida, o aggressiva può cambiare la rotta della propria vita.

Lo psichiatra Stefano Michelini intercetta, in sostanza, la necessità di riprendere con un nuovo approccio il disagio della vita quotidiana, partendo dall’assunto che: «La psichiatria ha finalmente catalogato le grandi malattie mentali e ha trovato le soluzioni terapeutiche e riabilitative adeguate; ciò che rimane fuori dalla nosografia sono i disturbi minori, quelli che però rendono difficile o inquieta la vita a chi è (presunto) sano, con conseguenze alcune volte disastrose nella gestione dell’esistenza. Oggi, quindi, occorre lavorare per la conquista di una migliore qualità della vita cognitiva e per ottenere serenità e momenti di auspicabile felicità, intesa come un’abilità esistenziale da conseguire e non come un dono di Dio o del DNA».

La serata, dunque, rappresenterà uno spazio illuminante, per ragionare sugli sviluppi e le innovazioni possibili da implementare dentro una realtà in continuo movimento, attraversata da un pubblico plurale immerso in un contesto ampio di spettacolarità diffuse.

_MG_8413

PROGRAMMA
20:30 | Foyer Teatro Off/Off
Accoglienza presso il botteghino per acquisto biglietto; sottoscrizione Tessera Onlus e distribuzione materiale informativo sul progetto Presunti Sani
21:00 | Lounge bar Off/Off Club
Presso l’Off/Off Club, il lounge bar del teatro, verrà servito champagne e saranno distribuiti gadgets di Cervello in Tilt.
21:30 | Ingresso Teatro
Sipario: ospiti sul palco, inizio serata!

Un momento di sicuro impatto emotivo che vedrà tutti i partecipanti coinvolti nella condivisione di un orizzonte comune declinato in molti modi: la possibilità di arricchire la ricerca di ognuno con gli sguardi di tutti.

Per info: http://cervello-in-tilt.it
https://www.facebook.com/cervellointiltSM/
BANNER_520X130_SITO

Foto in copertina dr. Stefano Michelini e il rap Gordon Ranzy A seguire: il cantautore Effenberg, all’anagrafe Stefano Pomponi / il dr. Stefano Michelini durante uno dei suoi convegni.

Submit a Comment

UA-40058008-1