Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | December 16, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

Ciak si gira: passeggiate cinematografiche. Boston, tra Mystic River ed Ally McBeal

Ciak si gira: passeggiate cinematografiche. Boston, tra Mystic River ed Ally McBeal
Angelina Di Fronzo

Cinespresso approda a Boston per una parentesi estiva nella Hollywood dell’East Coast

La chiamano in molti modi: l’Atene d’America, The walking city, la città più europea d’America. Ma Boston, la  città più antica degli Stati Uniti (fondata nel 1636), da sempre baluardo delle libertà nazionali – è da qui che partirono le lotte per l’indipendenza – potrebbe anche essere chiamata, senza esagerare, la Hollywood dell’East Coast, visto che insieme a tutto il Massachussetts ha ospitato e ospita numerose produzioni cinematografiche e televisive.

Non a caso qui da anni si organizzano i Boston Movie Tour, portando i turisti sulle tracce dei loro film e telefilm preferiti.

Per esempio, percorrendo Boston Common, parco che del resto ha dato il nome al famoso telefilm della NBC degli anni Novanta, ci troviamo già lungo i viali dove sono state girate scene di film come “The Departed” (2006), o  “Il Socio” (1993). Il parco offre molte attrazioni come la Massachusetts State House o la Park Street Station (prima stazione metro d’America)

E se abbiamo voglia di camminare, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta, visto che questa città conta 2,5 miglia di percorso pedonale lungo i siti storici maggiori: il cosiddetto “Freedom Trail, che comprende tra l’altro la Old State House, così piccolina e antica in mezzo ai grattacieli di downtown, la pittoresca Charlestown con la collina di Bunker Hill, Faneuill Hall con il suo goloso polo alimentare del Quincy Market, la Paul Revere House.

Uno dei principali siti storici e turistici è Beacon Hill, quartiere antico e incantevole che vi farà sentire catapultati nell’Inghilterra vittoriana, tra palazzetti di case a mattoncini rossi, lampioncini e viali alberati. Tra questi bei palazzi aveva sede lo studio legale di “Ally McBeal e sempre qui è stato girato “A civil action” (1998) con John Travolta, specialmente lungo la Charles Street.

E ancora nel quartiere di Beacon Hill si trova il mitico pub “The Bull and Finch Pub”, utilizzato per la celebre serie TV “Cheers”, conosciuta in Italia come “Cin Cin”, un posto dove ancora oggi i turisti amano andare a prendere una birra e magari un gadget del telefilm. Ma tra i telefilm ambientati a Boston c’è solo l’imbarazzo della scelta: “Crossing Jordan”, “Fringe”, “Boston Legal”, perfino le ultime due stagioni di “Dawson’s Creek”.

Da non perdere, nel giro cinematografico, la bellissima Cambridge. In realtà Cambridge è una municipalità distinta da Boston, ma ciò che le separa è solo un ponte sul Charles River. Se Downtown è il centro degli affari, con le strade dello shopping, i suoi grattacieli, primo tra i quali la John Hancock Tower, Cambridge è il centro pulsante della cultura. Ospita infatti il celebre MIT (Massachussetts Institute of Technology, immortalato in film come “A beautiful mind” del 2001 e “21” del 2008 con Kevin Spacey), centro d’eccellenza per la ricerca scientifica e tecnologica. È diventato un tale riferimento culturale che in molti  film o libri, per avvalorare la straordinaria intelligenza di un personaggio, gli si attribuisce una laurea al MIT (Iron Man, Timothy McGee in NCYS).

Sempre a Cambridge si trova l’università di Harvard, immortalata in molti film, da  “Love story” (1970) a “Will Hunting” (1997). La più antica università americana, fondata nel 1636 grazie al benefattore John Harvard, cui è dedicata la Old Harvard Yard, è uno dei siti turistici più apprezzati di Boston. Passeggiando tra i suoi 400 edifici di mattoncini rossi immersi nel verde, si ha l’impressione di trovarsi nella Hogwarts di Harry Potter: viali alberati, edifici imponenti e austeri, simboli di confraternite,  edera sui muri che trasudano storia. E poi l’atmosfera allegra e vitale degli studenti, che animano i numerosi locali delle strade di Cambridge dove si suona anche buona musica.

Tra i film legati a Boston non si può non citare “Mystic River” (2003) del grande Clint Eastwood, che prende il nome proprio dall’altro fiume della città, girato soprattutto tra East e South Boston (Condor Street, la strada del rapimento, Tobin Bridge, Monmouth Street, la strada della parata, il Doyle’s pub di Washington Street, Jamaica Plain, High Street a Charlestown).

Non resta che andare a vedere, tenendo presente che Boston offre ancora molte altre cose. Consigliato ad esempio un giro di avvistamento delle balene con le imbarcazioni che partono dal porto, o l’acquario, o ancora la visita a una delle isolette della baia o alla nave storica U.S. Constitution. Meritano attenzione anche i dintorni della città: per citarne solo alcuni, Salem, la città delle streghe, Gloucester dove è stato girato “La tempesta perfetta” (2000) con George Clooney o Ipswich dove è stato girato “Le streghe di Eastwick” (1987) o ancora la splendida Martha’s Vineyard, utilizzata come location di moti film famosi, come “Lo squalo” (1975) e “Sabrina” (1995) con Harrison Ford, in cui si intravede la bellezza dell’isoletta più chic dell’East Coast.

E allora, mettete su una musica a tema, per esempio “I’m shipping up to Boston”, tratto dalla soundtrack di Mystic River e cominciate a pianificare il viaggio! C’è solo un rischio nel visitare il Massachussetts e il New England in generale: che poi non vogliate far ritorno a casa.

Submit a Comment

UA-40058008-1