Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | October 16, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Jesus Christ Superstar again

Jesus Christ Superstar again
Andrea Di Cosmo

Ted Neeley leggenda del film originale torna ad emozionare Roma

Al Teatro Sistina di Roma torna l’Opera Rock che ha appassionato intere generazioni: Jesus Christ Superstar, che nell’attuale direzione artistica di Massimo Romeo Piparo vede la celebrazione del XX anniversario della prima edizione italiana del musical di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, dal 18 aprile 2014, giorno del Venerdì Santo, in concomitanza con la Via Crucis in partenza dal Colosseo, in una produzione Peep Arrow Entertainment per la quale è stato chiamato il protagonista originale del film di Norman Jewison del 1973, al suo quarantesimo anniversario, nonché interprete più celebrato del personaggio di Gesù: Ted Neeley. L’attore e cantante dichiara: «essere invitato a recitare a Roma è la realizzazione di un sogno di una vita e a nome del cast speriamo di essere degni di questa attenzione nei nostri riguardi. Massimo Romeo Piparo ha provato a portarmi a Roma insieme a Carl Anderson, quando io non potevo, ora lo ringrazio per aver insistito».

Questo allestimento comprende i Negrita che suonano dal vivo, insieme all’orchestra di 12 elementi, diretta dal maestro Emanuele Friello, mentre il front man della band, Pau, interpreta il ruolo di Pilato e dice: «Vedere Ted che ti guarda con quegli occhi meravigliosi e sognanti ti fa sentire un attore».

Maria Maddalena è Simona Molinari che dichiara: «Forse è il ruolo più dolce di tutto il musical. Essere Maddalena accanto a Ted Neeley rende più facile amarlo. Il personaggio si approccia inizialmente in modo carnale a Gesù ma quando lui la ricambia diversamente, lei si sente apprezzata finalmente come donna».

Caifa è interpretato da Shel Shapiro, storico leader dei Rokes. Nella conferenza stampa del 15 aprile apprendiamo che Giuda è interpretato dall’esordiente Feysal Bonciani, fiorentino nato nel 1990, scelto da Massimo Romeo Piparo e Ted Neeley fra oltre cinquecento candidati. Il giovane si è esibito in uno showcase di un estratto da: “Heaven on their minds” e “Superstar” dimostrando grandi doti e varie somiglianze, fisiche e di interpretazione, con il compianto Carl Anderson, storico interprete del personaggio di Giuda, anche nel film. Bonciani si dichiara eccitatissimo a vivere questa esperienza accanto a Ted Neeley, e in un ruolo così importante: «sarò ingenuo ma anziché stare in tensione non vedo l’ora che sia il 18 aprile».

Paride Acacia è Hannas, che è stato per 20 anni Gesù nell’edizione italiana e aveva dichiarato di poter cedere il ruolo “solo” a Ted Neeley. Emiliano Geppetti è Simone e 24 artisti tra acrobati, trampolieri, mangiafuoco e ballerini, coreografati da Roberto Croce, compongono il resto del cast.

Ted Neeley confessa che il musical è stato inizialmente contestato da gruppi di protesta ma negli anni chi l’ha visto l’ha apprezzato e tornato a vederlo e aggiunge: «Anche se ho interpretato questo ruolo tantissime volte, trovo sempre qualcosa di nuovo. Questo ruolo rappresenta tutta la mia vita e la mia carriera. Ero un batterista rock and roll del Texas, non avevo conoscenze teatrali poi sono stato spinto da amici ad un provino per il teatro; mi hanno spinto sul palco dicendo: “Canta qualcosa!”. Ho cantato e il regista mi ha chiesto cantare varie cose, poi mi ha scelto perché riuscivo a raggiungere note alte, così» dice il cantante mentre accenna ad un acuto, «il mio consiglio da dare è: se c’è qualcosa a cui siete interessati fatelo, semplicemente fatelo. La mia vita è cambiata, su quel set ho conosciuto quella che è mia moglie e qui c’è nostra figlia adesso».

Sulla coincidenza della prima teatrale con la processione del Venerdì Santo, Piparo ci tiene a distinguere che loro fanno spettacolo e che il Papa e le sue celebrazioni hanno un altro ruolo: «Chi vuole andare alla Via Crucis vedrà lo spettacolo in un altro momento, le cose non sono in conflitto. Non è previsto un invito per il Papa né lo spettacolo in Vaticano. Forse ci sarà un incontro tra il pontefice e l’attore ma in forma privata».

Con grandi emozioni e celebrazioni Jesus Christ Superstar torna a infiammare anche la nostra Pasqua a suon di opera rock.

Submit a Comment

UA-40058008-1