Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | December 7, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

Il pranzo di Babette in DVD

Il pranzo di Babette in DVD
Francesco Di Brigida

Review Overview

Film
6.5
Qualità
6
Extra
6

Rating

Premio Oscar nell'87 e versione DVD basic. Qualche guizzo di humor a denti stretti e un'interessante carrellata quasi documentaristica sull’alta cucina transalpina di due secoli fa.

Anno: 1987 Durata: 100’ Distribuzione: Cecchi Gori Home Video Genere: Commedia Nazionalità: Danimarca Produzione: A S Panorama Film International Regia: Gabriel Axel Dischi: 1 Sottotitoli: Italiano Extra: Trailer originale Formato: DVD

Il film capolavoro di Gabriel Axel, il regista recentemente scomparso che con “Il pranzo di Babette” aveva vinto l’Oscar

Siamo nella Danimarca di metà ottocento, in una landa isolata dal mare. Quando Babette Hersant (Stéphane Audran) la cameriera delle due anziane sorelle Martina (Birgitte Federspiel) e Filippa (Bodil Kjer) vince una grossa somma alla lotteria e decide di preparare un sontuoso pranzo a base di cucina francese per la piccola comunità della quale le tre sono benefattrici.

Il pranzo di Babette, qui riproposto in versione DVD portò Gabriel Axel, recentemente scomparso, a vincere l’Oscar per il Miglior film straniero nel 1987, oltre che un Nastro d’Argento, un Premio BAFTA e uno al Festival di Cannes. È un film senza tempo, una commedia dai toni estremamente tenui. Venature drammatiche sulla povera comunità conchiusa in vecchie acredini si vanno a sciogliere tra i manicaretti transalpini dell’impeccabile Babette.

– Questo dev’essere Blinis Dermidoff. E questo è certo un Veuve Cliquot 1860.

– Si, si…Sono proprio certo che domani verrà a nevicare

È lo scambio tra il Generale Lowenhielm (Jarn Kulle), fine conoscitore della cousine française e uno dei modesti commensali intimoriti dalla peccaminosità di portate così raffinate. Sulla tavola si alterneranno Brodo di Tartaruga ad Amontillado, il famoso sherry spagnolo; Quaglie en Sarcophage a Clos de Vougeot, vol au vent con elegante farcitura di uccelli da cortile accompagnati dal celebre vino francese; e le originali tartine di salmone e caviale, le Blinis Dermidoff, bagnate con lo champagne delle Ardenne Veuve Cliquot.

“E ora lo champagne. Una volta a ciascuno. E per il Generale ogni volta che il bicchiere è vuoto”

Tanto del film si svolge tra le istruzioni di Babette dalla cucina e la formalità dei commensali nella stanza da pranzo. Questa versione del film riporta buoni colori, anche se non splendida definizione nel formato, e un buon Dolby. Nei contenuti extra si può trovare soltanto un trailer d’ordinanza in danese, ma sottotitolato in italiano. Un film ottimamente girato, rispetto alla staticità di storia e personaggi. Qualche guizzo di humor a denti stretti e un’interessante carrellata quasi documentaristica sull’alta cucina transalpina di quasi due secoli fa.

Submit a Comment

UA-40058008-1