Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | March 25, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

NO. I giorni dell’arcobaleno

NO. I giorni dell’arcobaleno
Francesco Di Brigida

Review Overview

Film
8
Qualità
7
Extra
5.5

Rating

Linguaggio leggero grazie alle colorate incursioni pubblicitarie ma di forte significato storico, NO è un bel documento di cinema sulla pacifica liberazione di un paese sudamericano. Uno di quei film da inserire nei programmi scolastici.

Anno: 2012 Durata: 113’ Distribuzione: Lucky Red Genere: Storico, Drammatico Nazionalità: Cile, Usa, Messico Produzione: Participant Media, Funny Baloons, Fabula Regia: Pablo Larraín Dischi: 1 Sottotitoli: Italiano, Italiano per non udenti Extra: Trailer Formato: DVD

Arriva in edizione home video il film sulla campagna referendaria per la cacciata democratica dal Cile del dittatore Augusto Pinochet

No-i giorni dell arcobaleno-dvd

1988. René Saavedra (Gael García Bernal) è un pubblicitario di successo. Sta presentando ai suoi clienti il primo spot televisivo per la nuova cola sudamericana Free, quando un membro del partito comunista cileno gli propone una campagna elettorale che potrebbe cambiare le sorti del Cile.

“Bene. Innanzi tutto volevo dirvi che quello che state per vedere è sicuramente in linea con l’attuale contesto sociale. Noi crediamo che il paese ormai sia pronto per questo tipo di comunicazione”

È il leitmotiv, la frase ricorrente che Saavedra, occhi puntati ai committenti, tono pacato e prossemica rivolta alla televisione nella sala riunioni della sua agenzia, utilizza ad ogni introduzione sulle sue campagne. NO. I giorni dell’arcobaleno racconta la campagna referendaria per far restare o meno al potere il dittatore Augusto Pinochet. Indetta dal regime al culmine delle forti pressioni internazionali, il popolo cileno, per la prima volta dopo anni di dittatura si trovò a poter decidere se mantenerla, o voltare pagina verso la democrazia.

Biopic dal linguaggio leggero grazie alle colorate incursioni pubblicitarie ma di forte significato storico, NO è un bel documento di cinema sulla pacifica liberazione di un paese sudamericano. Per l’importanza dell’argomento, e per la qualità di cast, sceneggiatura, regia e ricostruzione dell’epoca, dovrebbe essere uno di quei film da inserire nei programmi scolastici. Ha vinto la Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes nel 2012, e ha rappresentato il Cile da Candidato come Miglior Film Straniero ai Premi Oscar 2013.

Cecchi Gori Home Video ne pubblica una versione dvd di buon pregio. Niente paura se sarà tutto in 4:3, perché è il formato originale della pellicola, così girata e proposta dal regista Pablo Larraín proprio per ottenere una pasta quasi televisiva, come la battaglia mediatica dell’88. Disponibili sono le versioni sottotitolate in italiano, e nello spagnolo dell’audio originale. Proprio per questo c’è una buona qualità per via del Dolby Digital 5.1. Le schermate del menù sono piacevoli e musicali, ma almeno un breve backstage in più tra gli extra, dove si trova soltanto un trailer, non avrebbe fatto torto a nessuno.

Submit a Comment

UA-40058008-1