Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Cinespresso | May 23, 2019

Scroll to top

Top

No Comments

“Il Mestiere dell’attore” al Centrale Preneste Teatro

“Il Mestiere dell’attore” al Centrale Preneste Teatro
Redazione
  • On 13 settembre 2013
  • http://www.cinespresso.com

Il Mestiere dell’attore: nuovi corsi di teatro diretti da Tiziana Lucattini. Da ottobre 2013 a giugno 2014 al Centrale Preneste Teatro.

Sono aperte le iscrizioni ai corsi di teatro Il Mestiere dell’attore che, a partire dal prossimo mese di ottobre, saranno tenuti da Tiziana Lucattini, in collaborazione con Fabio Traversa, della Compagnia Ruotalibera Teatro. Le lezioni si svolgeranno al Centrale Preneste Teatro in Via Alberto da Giussano, 58 (Pigneto/Malatesta) a Roma. Tutti i corsi hanno un costo contenuto e sono adatti sia a chi vuole avvicinarsi al mondo del teatro per passione sia a chi intende farne una vera e propria professione.

Tante le proposte: il laboratorio L’età più bella, pensato soprattutto per i più giovani, esplorerà scene di testi teatrali con al centro le inquietudini di generazioni diverse. Nel corso Figure vive si indagheranno personaggi, modi e moti dell’animo umano ispirandosi ad alcuni testi di Cechov e Beckett. Chi vuole dedicarsi al teatro per bambini e ragazzi con il corso La fiaba potrà avere una formazione professionalizzante specifica nell’ambito del Teatro Infanzia e Giovani: dalla scelta di una fiaba da mettere in scena al lavoro sulla sua struttura, dal confronto sul destinatario alla lettura scenica ed espressiva. Per tutti i corsi è prevista una messa in scena finale.

Infine in Prove aperte attori/danzatori/performer, professionisti e non, potranno presentare i loro pezzi (per provini o altro) a un pubblico di “addetti ai lavori” in modo da poterli testare e avere una consulenza artistico-professionale.

Durante l’anno ci sarà la possibilità di partecipare a work-shop e seminari tenuti da attori e registi, tra gli altri Jacob Olesen, Andrea Cosentino, Francesca Ferri.

L’idea di partenza di tutti i corsi è che il teatro rappresenti una possibilità di evoluzione complessiva della persona. Il centro sta nell’ascolto di sé e dell’altro, nella consapevolezza dello spazio e del tempo, nell’attenzione al qui e ora, a che cosa sta succedendo al personaggio e dunque alla persona/corpo che lo incarna. Ciò porta al riconoscimento delle proprie emozioni, delle proprie intenzioni e rende capaci di tradurle in azioni chiare, dirette e limpide. Non si tratta di un lavoro di teatro terapia, ma di quanto un teatro vivo possa “sanare”, rigenerare e generare: mettersi nei panni di un altro, chiedersi come personaggio e persona che cosa si vuole e come si fa a ottenerlo in un modo sincero nella sostanza e chiaro nella forma.

La scuola ha lavorato negli anni, dal 2003 a oggi, su testi classici e contemporanei – testi completi o brani- da Anton Cechov a Samuel Beckett, da Henrik Ibsen a Harold Pinter, da Tennesse Williams ad Alan Ayckbourn, da John Osborne a Ludmila Razumovskaya o a Steven Berkoff. A volte gli studenti hanno anche creato opere originali a partire da temi e improvvisazioni. Alcuni di loro sono stati inseriti, al termine del percorso di studio, negli spettacoli di Ruotalibera. La Compagnia Ruotalibera è riconosciuta dal Ministero per i Beni Culturali dal 1977.

Submit a Comment

UA-40058008-1